leNOSTREstorie

Cooperativa Puntozero: sviluppare progetti e collaborazioni tra persone

Cooperativa Puntozero: sviluppare progetti e collaborazioni tra persone

Intervista a Francesco Rossi della cooperativa Puntozero di Udine

Categorie: Le nostre storie, Servizi culturali Tags: CULTURA IMPRESA Festival,   Cooperativa Puntozero,   Funder 35,   progetti,   Udine,   MIcro festival,   progettazione,   Premio Giovani Imprenditori

E’ nata ad Udine, cinque anni fa la Cooperativa Puntozero, volta allo sviluppo di progetti e alla creazione di spazi per le persone e per le idee. Una realtà giovane, composta da diverse identità professionali come architetti, economisti, designer con un unico obiettivo: innescare cambiamenti e dare vita alle idee.

Insigniti a novembre del 2015 del Premio Giovani Imprenditori alla 62^ Premiazione del Lavoro e del Progresso Economico, sono stati vincitori anche del bando Funder 35 rivolto all’imprenditoria culturale giovanile.

 

Francesco Rossi, socio della cooperativa, ci ha spiegato come si è evoluta nel tempo Puntozero e, dopo gli ultimi successi, quali sono i prossimi traguardi da raggiungere.

 

Voi siete una realtà giovane ed efficiente. Dimmi perché un cliente dovrebbe scegliere voi per l'attuazione di un progetto.

Siamo una cooperativa composta da giovani il cui punto di forza risiede nel fatto che siamo in grado di sviluppare un rapporto molto empatico con il cliente, portando avanti una stretta collaborazione con impegno e determinazione. Siamo una realtà dinamica e diversificata, con al suo interno cinque soci e una rete di collaboratori sempre più ampia e che conta sull’appoggio di tante figure professionali. In questo modo garantiamo a chi si rivolge a noi un servizio completo e di alta qualità.

 

Poniamo l’esempio di una società che vi chieda di accompagnarlo nel percorso di ideazione di un progetto. Come procedete?

Solitamente accade l’inverso, ovvero siamo noi che poniamo le basi di idee che hanno una grande validità sul territorio, ma che necessitano di trovare finanziamenti. Ci occupiamo prima di tutto della stesura del progetto, delle sue potenzialità, dopodiché andiamo alla ricerca delle risorse e dei fondi per la sua concreta realizzazione. A quel punto sono vari i clienti che si interessano, quali appunto enti pubblici, associazioni, ma anche aziende private. I soggetti che si rivolgono a noi possono contare su un servizio di qualità, svolto insieme passo dopo passo e completo di tutti i suoi elementi: dalla valutazione complessiva del progetto, alla creazione di un business plan. Il nostro è un lavoro con tempistiche abbastanza lunghe, si parla anche di due o tre anni di strutturazione, ma il prodotto finale è sicuramente di grande valore.

 

Vi occupate della stesura di bandi nazionali o anche di quelli a carattere europeo?

Puntiamo molto sulla sostenibilità e sull’ampliamento commerciale quindi ci occupiamo sia di progetti di livello nazionale sia europeo. Uno dei nostri obiettivi è andare alla ricerca di prospettive e, in questo senso, lavoriamo molto sull’estensione oltre i confini nazionali.

 

Quest’anno siete stati coinvolti insieme ad altre cooperative nella realizzazione del Cultura Impresa Festival che farà tappa a Udine sabato 15 ottobre. Qual è stato il vostro contributo per questa manifestazione?

Per la tappa di Udine ci siamo mossi in due direzioni. Da un lato la creazione di un momento di confronto con gli stakeholder e i professionisti della promozione turistica e culturale, dall’altro l’ideazione di un laboratorio per la concretizzazione di una rete di collaborazione tra le varie realtà. Abbiamo perciò pensato di mettere a disposizione la nostra esperienza lavorativa per confrontarci con le altre cooperative, contribuendo così a aprire la strada alla condivisione di nuove idee.

 

C’è un progetto che vorreste realizzare nel prossimo futuro?

Ce ne sono molti, ma in particolare stiamo sviluppando una manifestazione itinerante per la promozione del territorio: il Micro Festival. Si tratta di un’iniziativa da realizzarsi per l’estate 2017 che prevede un viaggio tra le nostre realtà montane, piccoli paesi che hanno molto da offrire, ma che sono ancora poco conosciuti.   

 

Altri link

Si prega di eseguire illogin or register per inviare commenti.

leULTIMEnotizie

tiSEGNALIAMO



ISCRIVITIallaNEWSLETTER

Nome
Cognome
Email

FEDERCULTURA TURISMO SPORT
Borgo S. Spirito, 78
00193 ROMA
t +39 06/68000478
federcultura@confcooperative.it